PER COMUNICAZIONI, INFORMAZIONI, RICHIESTE DI COPIONI:
paolocappelloni@yahoo.it
Posizione SIAE: 143322

PROFILO D'AUTORE

Translate

Quelle celesti corrispondenze (codice opera: 879774A)


Quelle celesti corrispondenze
atto unico
di Paolo Cappelloni
Personaggi
Marcello
Anna - la madre
Gianni – il padre
Patrizia - la sorella
Roberta - la moglie
Stefano
Giulia

Sinossi
Marcello ridiscende, dopo tanto tempo, in “cantina” per curiosare tra le tante vecchie cose del suo passato. Alcuni di questi oggetti gli evocano, fino a farle materializzare, alcune delle persone a lui più care e con queste dialoga attraversando vari periodi della sua vita senza alcuna logica, tanto che anche lui ne rimane a volte sconcertato. Eppure lui sa che quella non è propriamente una cantina ma un luogo d’incontro, fuori dallo spazio e dal tempo, fra coloro che sono ancora in vita (la sorella, la moglie e Giulia) e quelli che non lo sono più (la madre, il padre e l’amico Stefano). Marcello vuole provare questa esperienza nonostante immagini il disagio, il dolore, a volte, che questa situazione provocherà sia in lui che nei suoi cari.
______________
La scena rappresenta una cantina semibuia al centro della quale, come un totem, sono accatastati e illuminati i più svariati oggetti. In un lato della scena c’è una porta con alcuni scalini da cui filtra una forte luce ogni volta che viene aperta. Alcuni personaggi entrano dalla porta, altri entrano ed escono dall’ombra in cui è immerso il resto dell’ambiente.